CIO Corner

Chiamaci: +39 345 255 9509

Andrea Coccia è entrato in AUSED la prima volta nel 2010. Più tardi è diventato Consigliere dell’Associazione con l’obiettivo di contribuire al suo sviluppo, specie nell’area Centro-Sud.

 

Da quanto tempo sei in Aused e cosa significa per te l’associazione?
Sono in AUSED dal 2010 ed essere associato è stato fin da subito un’eccellente modalità di mantenere relazioni con i colleghi CIO delle maggiori aziende Italiane ed utilizzare questo network per confronti e benchmark personali e professionali.
Inoltre far parte di AUSED mi ha permesso di partecipare a gruppi di lavoro su temi specifici e ricevere di prima mano i deliverables di questi team.
Sono rimasto così ben impressionato dalle attività di AUSED come associato che ho accettato con piacere la possibilità di diventare Consigliere in modo da poter contribuire più attivamente allo sviluppo dell’associazione, specie nel Centro Italia.

 

Nel tuo ruolo di IT executive  quali sono i benefici che hai tratto dall’associazione?  
La partecipazione a gruppi di lavoro interni ad AUSED focalizzati su specifiche esigenze degli associati mi ha permesso di approfondire problematiche di frontiera (come ad esempio la questione delle “Licenze Usate”) che non sarebbe possibile affrontare con le risorse e le competenze interne ad una singola azienda.
Inoltre gli eventi AUSED sono sempre un’opportunità di aggiornamento mirato e spesso operativo per chi fa il lavoro del CIO.
 
Nel recente evento di Misano (dove Colacem ha fatto gli onori di casa) ci sono stati degli spunti che riuscirai a sfruttare nel tuo quotidiano?  
Dal mio punto di vista l’intervento di Gartner è stato multo utile.
In particolare il punto relativo all’approccio bimodale, ovvero ad applicare in modo netto sia gli strumenti informatici nelle modalità tradizionali (ERP, data center, ecc.) già esistenti in azienda, sia le tecnologie informatiche nelle nuove modalità (Mobile, Social, Cloud, ecc).
Il cercare una mediazione tra le nuove esigenze degli utenti e le regole e infrastrutture esistenti è infatti una tentazione comune. Con il risultato di porre limitazioni e vincoli che limitano l’efficacia di entrambi i mondi. Cercherò di tenerne conto durante il mio lavoro.
 

Tu sei tra i rappresentanti di Aused nel Centro Sud. Delle diverse azioni promosse dalla associazione quali sono più significative/utili per chi opera nella tua area?
L’evento del Centro-Sud che ripetiamo ormai da 5 anni (e che quest’anno è stato utilizzato anche come evento nazionale) è sicuramente un’ottima occasione per promuovere l’associazione, le sue attività e obiettivi e incentivare l’adesione sul territorio.
Fondamentale è anche la componente di networking e la conseguente opportunità di confronto generata tra i CIO aderenti. Ci ritroviamo diverse volte l’anno in momenti “unofficial” proprio per condividere le attività o specifiche problematiche, in un contesto amichevole e di sana e trasparente comparazione, per far tesoro dell’esperienza maturata da tutti.  


Essendo dotato della sfera di cristallo… come immagini il futuro di Aused?
Aused, pur mantenendo le attuali modalità associative, potrebbe dar vita al suo interno ad altre Community specifiche (oltre alle attuali GUPS o GUM). Ad esempio vedrei bene una CIO Community AUSED che permetta agli associati CIO di condividere velocemente esperienze e contatti su differenti temi dell’IT Management. Al di là delle iniziative di social networking “virtuali”, comunque importanti, gli appuntamenti periodici di incontro “reali” dovrebbero rimanere uno dei cardini associativi fondamentali, in quanto permetterebbero di mantenere molto forte lo spirito associativo contribuendo al contempo a fornire agli associati un alto valore aggiunto da questa appartenenza!

(Intervista a cura di Andrea Provini)

 

PROFILO: Nato il 16-02-1972, si laurea con lode in Ingegneria presso l’Università degli Studi di Perugia nel 1995. Dopo una collaborazione universitaria nell’ambito del Dottorato di Ricerca in Progetto e Costruzione di Macchine, nel 1996 entra in Nestlè come Responsabile dei Progetti Speciali nell’ambito della Direzione Supply Chain della Divisione Dolciari a Perugia. Nel 2000 assume a Milano la responsabilità di SAP Project Manager per l’area Supply Chain, e successivamente quella di tutti i Progetti di Sviluppo Supply Chain per il Gruppo Nestlè in Italia.
Nel 2005 è nominato a Parma Direttore Supply Chain della Divisione Gelati e Surgelati con responsabilità su Acquisti, Logistica, Demand & Supply Planning e Customer Service.
Attualmente è Direttore dei Sistemi Informativi del Gruppo Colacem in Gubbio, terzo produttore italiano di Cemento e operante anche in diversi paesi esteri.

Agenda AUSED

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Scopri i GdL e Osservatori AUSED

Segnalato da AUSED

Gruppo AUSED FARMA online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo FARMA di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a chi opera in ambito informatico nel settore Farmaceutico.
Vieni a trovarci!

Gruppo AUSED GUPS online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo GUPS di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a utilizziatori e prospect delle soluzioni SAP.
Vieni a trovarci!

Appuntamento Online!

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo generale AUSED su Linkedin: siamo già oltre 300!

Vieni a trovarci!

Telefono Amico AUSED

 

Partner AUSED

S5 Box

CB Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.