CIO Corner

Chiamaci: +39 345 255 9509

Da quanto tempo sei in Aused e cosa significa per te l’associazione?
In passato avevo partecipato ad alcuni eventi organizzati da AUSED su invito di ex-colleghi associati, e avevo apprezzato la qualità dei contenuti e la professionalità dell’approccio. Nel 2014 iscrivere Inpeco all’Associazione è stata quindi una naturale conseguenza, e una delle mie prime azioni come Direttore ICT del Gruppo. Inoltre, credo nel valore dell’associazionismo e del networking qualificato in generale, valore che nel settore ICT acquista particolare significato come condivisione di esperienze e di conoscenze in un contesto di rapida evoluzione e complessità delle soluzioni da implementare. Si realizza, in altre parole, una sorta di effetto moltiplicatore della conoscenza, che le aziende o gli individui singolarmente raramente riescono a generare. AUSED interpreta tutto questo in maniera peculiare in Italia, e mi fa piacere sottolineare come anche la direzione di Inpeco riconosca l’importanza della collaborazione attiva con l’Associazione e condivida con me i temi e le iniziative cui partecipiamo.

Nel tuo ruolo di IT Executive quali sono i benefici che tu o il tuo team ha potuto trarre dall’associazione? 
Negli eventi che si sono susseguiti in questi due anni ho avuto occasioni di discussione e confronto su tematiche attuali per il mio lavoro, ho raccolto spunti interessanti per la conoscenza del mercato (ad esempio informazioni sulla qualità di un partner oppure sul valore di una determinata tecnologia) e condiviso esperienze progettuali che hanno contribuito ad evitare errori o ad ottimizzare l’utilizzo delle risorse in gioco. Tutto questo poi ha assunto ancora più significato quando, insieme al collega e consigliere Alessandro Caleffi, abbiamo costituito il primo User Group italiano dedicato alle tecnologie Microsoft Dynamics – DUGIT, dove sono confluiti i temi di interesse specifico della nostra azienda, utente Microsoft sia per l’ERP (con AX) sia per il CRM (con CRM Online), come di molti altri clienti del vendor.

 
Quali sono i temi e le priorità che nel 2016 “affolleranno la tua agenda” e quella della tua azienda?    
l piano strategico ICT di Inpeco si muove lungo quattro direttrici, che dettano l’agenda operativa:
1. Digital Transformation, che abbiamo declinato in quattro sotto-filoni:
a. Mobilità e Internet of Things, particolarmente importante con riferimento all’interconnessione dei nostri impianti installati nel mondo.
b. Cloud Infrastructure, che ci vede già impegnati nella gestione di una infrastruttura ibrida multi-sito.
c. Big Data & AI, con iniziative legate alla raccolta e interpretazione dei dati dal campo.
d. Social Media & Collaboration, per aumentare la nostra visibilità e la collaborazione interna ed esterna.
2. Process Improvement, che significa ottimizzare il supporto ai processi già coperti da soluzioni adeguate ma anche l’ampliamento della mappa applicativa per coprire nuove aree divenute critiche con la crescita sostenuta del Gruppo (soprattutto nell’ambito dei processi di ricerca e sviluppo, che caratterizzano il DNA innovativo dell’azienda, e delle vendite, dove il modello di business si estenderà verso la presenza diretta nel mercato).
3. Business Continuity, per cui l’azienda sarà coinvolta in una iniziativa di Business Impact Analysis (BIA), unitamente al rafforzamento dell’infrastruttura ICT per seguire la crescita sostenuta e garantire scalabilità e performance.
4. Innovation Management, che vede l’ICT in prima fila nello scouting delle soluzioni innovative e delle start-up attraverso processi e meccanismi organizzativi strutturati.


Come i temi della Digital transformation stanno cambiando il tuo ruolo in azienda? Il confronto asociativo supporta questa trasformazione? E se si in che modo?
Credo che il ruolo del CIO debba essere sempre di più quello di un consulente interno che aiuti l’azienda a declinare le tecnologie informatiche e delle comunicazioni in termini di valore. Una sorta di broker, aperto all’innovazione e conoscitore del business, che sa cogliere dal mercato segnali e tendenze e individuare le opzioni per mantenere o ottenere il vantaggio competitivo, ovviamente in allineamento con il resto del management. Rispetto ad altri momenti di discontinuità, la trasformazione digitale è caratterizzata da maggiore pervasività e capillarità di impatto, e accentua dunque le criticità tradizionalmente associate alla gestione del cambiamento tecnologico. I miei interlocutori sono tutti i principali stakeholder aziendali, con i quali cerco di avere una conversazione continua sulle priorità e le iniziative che nascono e si sviluppano grazie al lavoro di tutte le funzioni, ma anche le università e i rappresentanti dell’offerta, che rappresentano un complemento indispensabile di conoscenza e capacità di innovazione. AUSED in questo contesto rappresenta un utile tavolo di confronto per capire come in diversi settori e in diversi momenti del ciclo di vita aziendale le opzioni tecnologiche possano avere valenze differenti e richiedere approcci mirati e ritagliati sul contesto specifico. Il fatto di avere tra gli associati sia grandi aziende multinazionali sia aziende più piccole e dinamiche accresce il ritorno.
 
Microsoft e Aused - Dugit: nel tuo ruolo di portavoce del Dugit, pensi che l’associazione possa avere un ruolo realmente attivo nell’influenzare le scelte e le azioni del colosso di Redmont?
In questi primi mesi di avvio abbiamo constatato un forte interesse e un impegno concreto da parte di Microsoft che, soprattutto nell’ambito Dynamics, credo trovi nella voce della domanda un input molto utile per calibrare e affinare le proprie azioni sul mercato. L’ecosistema Dynamics è oggettivamente meno maturo di quello di altri concorrenti e il buon successo delle applicazioni gestionali Microsoft nel mercato italiano crea delle aspettative, rende necessario costruire rapidamente un sistema di valore per il cliente di fatto aprendo la strada della collaborazione. Sicuramente come DUGIT dobbiamo crescere e rafforzarci per far pesare la nostra voce, anche solo sul mercato italiano, ma i primi segnali sono incoraggianti e l’interesse con cui organizzazioni internazionali come Dynamics Communities (mamma dei più noti AXUG, NAVUG e CRMUG) stanno osservando il nostro lavoro in Italia ci incoraggia.

(Intervista a cura di Andrea Provini)

 

PROFILO: 

Francesco Ciuccarelli - Dal 2014 è Direttore ICT del Gruppo Inpeco, leader globale nella automazione di processo per il mercato Healthcare con sedi in Italia, Svizzera, Belgio, USA e un parco di più di 1200 installazioni nei 5 continenti. Caratterizzata da un alto tasso di innovazione, Inpeco considera l’ICT come un asset strategico per la realizzazione dei propri piani di sviluppo e la funzione Sistemi Informativi riveste un ruolo attivo a supporto della ricerca e sviluppo e dell’informatica di prodotto, di cui cura le architetture e le scelte tecnologiche.
Nato nel 1971, si laurea con lode in Economia e Commercio all’Università Bocconi di Milano con una tesi sul vantaggio competitivo generato dall’ICT. Subito dopo la laurea, entra nell’Area Sistemi Informativi della SDA Bocconi dove svolge attività di formazione manageriale ed è membro della faculty MBA per il focus Sistemi Informativi. Contemporaneamente svolge attività di consulenza direzionale ICT con la società di consulenza Asset. Tra i primi ad occuparsi di Internet e di Commercio Elettronico in Italia, nel 2000 avvia in Svizzera una start-up B2B nel settore del trading siderurgico; successivamente costituisce insieme ad un socio francese una software house specializzata nelle applicazioni gestionale per la logistica e i trasporti, servendo clienti del calibro di DHL e GEFCO. Prima di approdare in Inpeco, dal 2011 al 2014 è stato CIO del Gruppo Arcese, leader europeo nei servizi di logistica integrata e nel trasporto combinato di merci. Appassionato di innovazione e di tecnologie applicate ai contesti di business più diversi, è autore di libri e pubblicazioni sui temi dell’impatto strategico dell’ICT e dell’ICT Governance..

Agenda AUSED

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Scopri i GdL e Osservatori AUSED

Segnalato da AUSED

Gruppo AUSED FARMA online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo FARMA di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a chi opera in ambito informatico nel settore Farmaceutico.
Vieni a trovarci!

Gruppo AUSED GUPS online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo GUPS di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a utilizziatori e prospect delle soluzioni SAP.
Vieni a trovarci!

Appuntamento Online!

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo generale AUSED su Linkedin: siamo già oltre 300!

Vieni a trovarci!

Telefono Amico AUSED

 

Partner AUSED

S5 Box

CB Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.