CIO Corner

Chiamaci: +39 345 255 9509

Chiapparoli è da anni socia di Aused e molto attiva... cosa vi ha convinto ad entrare in associazione?

Era il lontano 2007 e un collega di un’azienda Farmaceutica con la quale stavamo sviluppando un progetto mi chiese di entrare nell’associazione perché con le mie conoscenze e con i progetti che stavamo implementando in azienda sarei stato di aiuto su particolari problematiche specifiche quali, ad esempio, gestione magazzino con terminali in radiofrequenza, implementazione della telefonia IP e progetti in ambito collaboration. Argomenti che adesso sembrano diventati delle commodity e in alcuni casi obsoleti ma che in quel periodo stavano prendendo piede in quasi tutte le aziende.

Nel 2008, durante un incontro organizzato dalla nostra insostituibile Francesca Gatti, avente come tema “L’EVOLUZIONE NORMATIVA SULLA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI”, ebbi la possibilità e la fortuna di incontrare il compianto Carlo Galimberti con il quale sviluppammo diversi progetti e una nuova metodologia per misurare l’analisi dei rischi dei sistemi informativi.

Esperienza coinvolgente che mi portò ad avere una collaborazione continua con Carlo anche negli anni successivi.

Cosa cerchi nella associazione... e negli anni lo stai trovando?

La nostra associazione è unica nel suo ambito perché permette, a chi vi aderisce, di  confrontarsi su tematiche comuni con CIO provenienti da diversi settori e con i quali è possibile scambiare idee e soluzioni a problematiche comuni o per nuovi sviluppi di utilizzo comune.

La cosa più bella che riscontro è la totale trasparenza nel raccontare le proprie esperienze da parte di ognuno senza il timore di farsi “copiare” la soluzione adottata.

Devo dire che sono sempre riuscito a trovare le risposte a problemi che negli anni ho dovuto affrontare dando a sua volta il mio contributo.

Negli ultimi anni l’associazione è riuscita a identificare e ad approfondire argomenti che stavano diventando il “mal di pancia” di molti CIO supportandoli nei processi di implementazione, uno su tutti l’attivazione dello scudo privacy per la gestione del nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali.

Raccontaci dell’azienda, del suo business e del tuo ruolo nella organizzazione.

L’azienda nasce nel 1979 da un’intuizione del Cav. Silvano Chiapparoli, attuale Presidente del gruppo, di creare una logistica che supportasse le aziende farmaceutiche nel loro sviluppo.

Un’idea lungimirante perché oggi il 97% del settore farmaceutico ha esternalizzato questo servizio di cui l’86% è classificabile come Strategic Outsourcing (fonte polimi).

Oggi l’azienda ha 5 poli logistici sul territorio nazionale per un totale di 100.000 metri quadri di superfice, consegniamo più di 1.500.000 spedizioni l’anno per un totale di quasi 10 mln. di righe allestite e di quasi 8  milioni di colli.

Tra i nostri clienti figurano le più grandi aziende Italiane ed Estere di questo settore.

I nostri principali competitor sono quasi tutti multinazionali. La nostra capacità di competere e di stare sul mercato dipende molto dalla nostra capacità di erogare servizi di qualità in modalità “Taylor Made” in tutti quei settori identificati “non core” dai nostri clienti.

Ho iniziato a lavorare per la Silvano Chiapparoli Logistica nel 2003 con l’incarico di traghettare la società dalla gestione cartacea degli ordini all’informatizzazione dell’intero processo logistico. Oggi posso dire che l’obiettivo è stato raggiunto e già da diversi anni stiamo lavorando sull’ottimizzazione dei processi e la creazione di nuovi servizi a valore aggiunto.

Il ruolo dell’IT è sempre determinante ma in ambito logistico lo è ancora di più perché le nostre aziende clienti cercano nell’operatore logistico servizi sempre più innovativi e quella flessibilità che al loro interno non sono in grado di trovare a causa delle centralizzazioni dei loro sistemi informativi.

Faccio parte del Comitato Direzionale Strategico dell’azienda all’interno del quale partecipa il Top Management. Assieme a Elena Chiapparoli (Amministratore Delegato e Direttore Generale) vengono analizzati e discussi i requisiti di sviluppo interni e dei nostri clienti.

Grazie alla presenza di tutte le figure apicali, è possibile prendere decisioni ed essere immediatamente operativi su quanto concordato.

Il miglioramento continuo è un altro elemento indispensabile per la nostra azienda e mi vede fortemente coinvolto con un team dedicato.

Quali sono le priorità di business e di IT per Chiapparoli e come sta cambiando il suo Business in questo periodo di trasformazione Digitale?

La digitalizzazione in un’azienda come la nostra è fondamentale perché il numero di documenti prodotti è molto alto sia per la nostra attività interna che per quella dei nostri clienti e fornitori.

Per questo motivo il processo è iniziato da diversi anni per la digitalizzazione di tutto il ciclo attivo.

Ogni sera vengono inviate ai nostri clienti e ai corrieri tutte le DDT prodotte per supportarli, a loro volta, nei loro processi di digitalizzazione.

Stiamo implementando il processo di Resi e Giacenze in modo automatico coinvolgendo nel processo i nostri Clienti e i corrieri.

Internamente abbiamo digitalizzato tutto il processo di Change Management del nostro sistema informativo in accordo con le GAMP V delle GDP (Good Distribution Practice) e ora stiamo digitalizzando l’intero Sistema di Qualità.

Altro argomento caldo in azienda e del quale siamo convinti dell’importanza è l’utilizzo dei Big Data per fare Analisi Predittive da condividere poi con in nostri clienti. Gino Marchet, un grande Professore del Politecnico di Milano, purtroppo prematuramente scomparso, diceva che “utilizzare i modelli previsionali basati sulle serie storiche, è come guidare una Jeep nella giungla guardando solo dietro”.

Questo motto lo vorremmo fare nostro e guardare avanti.

Trai i temi cardine per Aused nel 2018 ed anche nel 2019 vi è la Blockchain, nelle sue diverse forme di implementazione pratica: quanto questo tema è attuale nel tuo quotidiano?

Credo fortemente nei processi di filiera. Nell’’azienda per cui lavoro, ed io in particolare, siamo su tutti i tavoli che hanno l’obiettivo di migliorare lo scambio di informazioni tra i vari attori coinvolti (Azienda, Depositario, Grossista, Farmacia/ Ospedale).

Il tema della Blockchain, visto il nostro mercato di riferimento, lo abbiamo affrontato internamente ma ci siamo resi conto che se non lo si estende su tutta la filiera rimane solo una medaglia da attaccare su una maglietta e niente di più.

Per questo motivo stiamo spingendo sui tutti tavoli ai quali stiamo partecipando per fare diventare la Blockchain un argomento di interesse comune dal quale tutti ne possono trarre beneficio e contribuire a trovare uno standard che possa essere fruibile da tutti.

Un esempio su tutti è il Recall di un prodotto.

Se tutti gli attori dicessero dove si trova un particolare lotto in tempo reale sarebbe molto più facile farlo rientrare in tempi molto brevi. Mi piace usare la tua metafora del runner, visto che anch’io lo sono: i primi chilometri sono per capire come stai, se ti senti bene tieni un buon passo per poi dare il massimo negli ultimi chilometri. Per la Blockchain a mio avviso siamo ancora nella fase di capire come stiamo. Qui c’è veramente bisogno di uno sforzo comune da parte di tutti.

Un top ed un Flop del Digitale/IT per il 2019...

Argomenti Top saranno ancora, a mio avviso, tutta la parte legata all’IoT, l’utilizzo dei Big Data e l’implementazione di Machine Learning e Intelligenza Artificiale che, anche se non sono proprio argomenti nuovi, vedranno ancora un forte sviluppo anche quest’anno.

Vedo invece un Flop in Italia lo sviluppo degli e-book. Penso che agli italiani sotto l’ombrellone piaccia ancora molto leggere libri di carta.

Ne approfitto, visto il periodo, per augurare a tutti i colleghi buone vacanze.

SCUDO SAPERE

Scopri i Servizi AUSED
dello SCUDO SAPERE

Agenda AUSED

Scopri i GdL e Osservatori AUSED

Premio Wolfler

Segnalato da AUSED

Gruppo AUSED FARMA online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo FARMA di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a chi opera in ambito informatico nel settore Farmaceutico.
Vieni a trovarci!

Gruppo AUSED GUPS online

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo GUPS di AUSED su Linkedin. Per partecipare è richiesta l'iscrizione, in quando si tratta di un Gruppo Chiuso riservato a utilizziatori e prospect delle soluzioni SAP.
Vieni a trovarci!

Appuntamento Online!

AUSED ti invita a frequentare il Gruppo generale AUSED su Linkedin: siamo già oltre 300!

Vieni a trovarci!

Telefono Amico AUSED

 

Partner AUSED

S5 Box

CB Login